mercoledì 26 febbraio 2014

Migliaccio, torta di semolino e ricotta



Ogni anno chiedo a mia mamma che dolce desidera per il suo compleanno. Quest’anno ha scelto il migliaccio napoletano, torta di semolino e ricotta che si prepara proprio in questo periodo di Carnevale.
Con queste dosi ne viene tanto. Io ho usato la teglia più grande che ho (30x22 cm.), ma se fosse stata un po’ più grande mi sarebbe venuto un migliaccio dallo spessore perfetto.
Ho usato meno burro del solito, un uovo in meno e lo zucchero di canna grezzo invece di quello semolato, che oltre ad essere più sano ci sta proprio bene in questo dolce. Il liquore si può mettere anche se il dolce verrà mangiato dai bimbi perché l’alcol evapora in fase di cottura. L’uvetta e le spezie sono facoltative.
Che altro dire? Certo… il dolce è stato spazzolato…è delizioso!
Grazie Napoli!
Ora mi è venuta voglia di provare la Pastiera napoletana, ma c’è ancora tempo…

Ingredienti per 8-10 persone (teglia rettangolare 32x24 cm.):

1 litro di latte fresco
250 g di semolino
400 g di ricotta mista fresca setacciata
5 uova medie biologiche codice “0”
280 g di zucchero di canna grezzo chiaro
i semi di un baccello di vaniglia
20 g di burro
2  bicchierini di Strega, oppure Limoncello, oppure Rum
scorza di un limone non trattato
scorza di un arancia non trattata
scorza grattugiata di un arancia non trattata*
100 g di uvetta (facoltativa)
un pizzico di sale
cannella (facoltativa)
zucchero a velo

Preparazione:

Tieni l’uvetta lavata e sgocciolata a bagno nel liquore scelto.
In una casseruola porta a bollore il latte con la scorza di arancia, di limone e un pizzico di sale.
Versa il semolino a pioggia, mescola bene e cuoci finché non si rassoda, staccandosi dalle pareti. Elimina le scorze, aggiungi il burro e lascia intiepidire. 
Monta le uova con lo zucchero e i semi di vaniglia. Unisci la ricotta setacciata, la cannella, la scorza grattugiata dell’arancia, il semolino e l’uvetta con il liquore. Mescola bene.
Versa il composto in una teglia o tortiera ricoperta di carta da forno bagnata e strizzata. Dev’essere abbastanza grande da rendere il migliaccio non troppo alto (lo spessore ideale è di circa 3 cm). Metti in forno a 180° fino a quando il dolce non sarà dorato (40-45 minuti circa). Lascialo raffreddare  e servi cosparso di zucchero a velo.

* Una alternativa deliziosa è quella di tritare finemente con il coltello la scorza di 2 mandarini... ci sta benissimo... un trionfo di profumi!

15 commenti:

  1. Ha fatto una scelta deliziosa e golosa!! gnammy!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, tant'è che è già finito!

      Elimina
  2. A me questa torta anche se semplice piace un sacco!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me, Memole... è così morbida, umida e profumata!!!

      Elimina
  3. Che bella Barbara, prima o poi sarà mia, non è il tipo di torta che piace a Vito, ma a me si, penso anche al mio primogenito, quindi aspetto il momento giusto per farla. Le tue modifiche mi vanno a genio... E' perfetta! Ciao carissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara!
      Se siete solo tu e tuo figlio potresti dimezzare le dosi. La prossima volta il burro non lo metto per niente.

      Elimina
  4. Io non l'ho mai provata ma mi ispira proprio è così compatta e bella da vedersi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piacciono gli ingredienti e i dolci che profumano di agrumi ti consiglio di provarlo! Ciao Ely :)

      Elimina
  5. noi lo prepariamo solo con semolino e latte, ma cosi' deve avere un profumino delizioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea e Nina, immagino che la vostra sia la versione originale di questo delizioso dolce. Ho visto che ci sono molte ricette del migliaccio "senza"...
      Immagino sia comunque buonissimo!!!

      Elimina
  6. Deve essere fantastica! Già ne assaporiamo il sapore...sai che vorremmo provare a farla? Ci segniamo ciò che ci manca...mm solo il semolino. A presto!

    RispondiElimina
  7. Ma che bontà!! Pensa che ero alla ricerca della ricetta tra le varie scartoffie accumulate negli anni...e poi arrivi tu! Grazie, ora la trascrivo e la preparo. Grazie.
    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Rosalba... sei molto gentile! Buona preparazione e buon Carnevale!

      Elimina
  8. Devo farla assolutamente,sarà buonissima! Ciaooo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii... se ti piacciono le consistenze umide e morbide fa per te! :)

      Elimina

Grazie per avermi dedicato il tuo tempo!

Pin It button on image hover