martedì 21 gennaio 2014

Farinata di ceci


Premessa: Maurizio ed io non abbiamo idea di come sia la vera Farinata di ceci perché non l’abbiamo mai mangiata. Il fatto è che Maurizio l’ha vista preparare in televisione ed ha voluto provare a rifarla, nonostante due elementi a suo sfavore: primo, non ha la teglia apposita; secondo non ha il forno a legna. Ma ci siamo detti “Schifo non farà, inoltre non sappiamo come dev’essere!”
Ripeto, non abbiamo avuto la fortuna di assaggiare la versione originale, ma quella che abbiamo sfornato era buonissima!!! Ne sono talmente entusiasta che la ri-farò presto ed anche spesso.
Ho messo la quantità per una teglia di circa 37 centimetri (2-3 persone), ma in realtà puoi cambiare le dosi (e teglia) come meglio credi sapendo che il rapporto è 1 parte di farina di ceci 3 parti di acqua. Occhio! La farinata dev’essere di circa 5 millimetri di spessore ed è meglio non farla più alta con il forno di casa perché resterebbe morbida dentro.
Bene, se anche tu ami i ceci prova comunque a farla … è molto probabile che ti leccherai i baffi, anche se non è a regola d’arte!
Ingredienti per una teglia bassa di 37 cm. di diametro:

170 g di farina di ceci
500 ml di acqua (esattamente 510 ml)
5 g di sale
olio extra-vergine di olive italiane (ne indicano 80 grammi, noi la metà)
rosmarino (facoltativo)
pepe nero macinato al momento

Preparazione:

Sciogli il sale nell’acqua. Metti la farina in una ciotola di vetro (o altro materiale) capiente. Aggiungi un po’ alla volta l’acqua rimestando accuratamente con una frusta o un cucchiaio di legno. Il composto dev’essere piuttosto liquido ed omogeneo. Lascia riposare a temperatura ambiente, mescolando ogni tanto, almeno 5 ore, ma 7 o 10 è anche meglio, coprendo con un coperchio. Togli l’eventuale schiuma che si forma in superficie.
Accendi il forno a 250°. Raggiunta la temperatura metti la teglia a scaldare. Dopo qualche minuto tira fuori la teglia, copri tutto il fondo con l’olio (noi non abbiamo esagerato). Versa delicatamente la pastella e con un cucchiaio "spezza" l'olio dai bordi verso il centro della teglia e inforna per circa 20-25 minuti, o fino a quando la farinata non risulti di un bel colore dorato. Se vuoi tirala fuori dal forno un istante e cospargi sopra un po’ di rosmarino, quindi  accendi il grill per ottenere una superficie di un bel colore nocciola.
Quando sarà cotta, sforna la farinata e cospargi di pepe macinato. Tagliala a quadrati e servila ancora calda.

In padella

Per evitare di accendere il forno ho voluto provare a cuocerla in una padella antiaderente.
L'ho scaldata, ho aggiunto un filo d'olio abbondante e dopo qualche secondo ho unito un po' di composto (come se fosse una crêpe più spessa).
Ho lasciato cuocere fino a doratura (vedi foto). Con l'aiuto di una spatola in silicone l'ho staccata bene e rivoltata con l'aiuto di un coperchio. Ho aggiunto un po' di rosmarino e servito calda.


" È possibile arricchire la ricetta cospargendo la farinata prima di infornare con rosmarino, cipolla, carciofi o cipollotti oppure a metà cottura con stracchino, gorgonzola, salsiccia"
Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Farinata_di_ceci


Un bel documentario:

6 commenti:

  1. Provala con brie rosmarino e prosciutto crudo!!!

    RispondiElimina
  2. Buonissima, l'ho fatta una sola volta, Vito non mi aiuta a finirla... Per rifarla devo diminuire la dose di parecchio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui da me va via più del pane! L'ho fatta anche nella padella antiaderente e viene benissimo.
      Un modo per mangiare proteine vegetali :)

      Elimina

Grazie per avermi dedicato il tuo tempo!

Pin It button on image hover