lunedì 4 febbraio 2013

Tortini allo yogurt e cacao speziati al profumo d’arancia

Tortini allo yogurt e cacao speziati al profumo d’arancia

La torta (o ciambella) allo yogurt è stato il primo dolce che ho imparato a fare, primo perché è facilissima, secondo perché era un dolce che andava di moda negli anni ’80.
Nel tempo ho modificato gli ingredienti base rendendola più light, ma comunque deliziosa.
Ora che mia nipote ha 12 anni e mezzo ed ama essere partecipe in cucina, soprattutto se c’è da fare un dolce, è lei che la prepara ed io l’aiuto un po’.
A casa nostra accade spesso che questa torta allo yogurt si trasformi in tanti tortini dal gusto sempre diverso. Ad esempio questa volta li abbiamo resi profumati e golosi grazie alle spezie, all’arancia e al cacao.

Ingredienti (utilizza il vasetto di yogurt come misurino):

1 vasetto di yogurt magro bianco
2 uova medie
½  vasetto di succo d’arancia
½ vasetto di olio di riso o di oliva extravergine delicato
2 vasetti scarsi di zucchero di canna grezzo o biologico chiaro
2 vasetti e ½  di farina setacciata per dolci
½ vasetto di cacao amaro in polvere setacciato
la scorza grattugiata di 2 arance non trattate
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di miscela di spezie la Saporita
oppure 2 chiodi di garofano in polvere e cannella
1 bustina di lievito per dolci (meno un cucchiaino raso)

Preparazione:
Accendi il forno statico a 170°.
In una terrina metti lo yogurt, le uova, il succo d’arancia e l’olio.
Mescola brevemente con una frusta. Aggiungi lo zucchero, la farina, il cacao, la scorza grattugiata, il sale, la miscela di spezie e il lievito chimico per dolci setacciato. Mescola velocemente.
Metti l’impasto a cucchiaiate negli stampi da muffins contenenti i pirottini di carta (oppure se non li hai ungi e infarina lo stampo) riempiendoli fino a 5 mm. dal bordo.
Inforna per circa 20-22 minuti o fino a quando uno stuzzicadenti inserito nel centro esce pulito. Spegni il forno e lasciali riposare lì dentro per 5 minuti a sportello aperto, dopodiché potrai estrarli e lasciarli raffreddare un po’. Si conservano anche in freezer; la sera prima tirali fuori oppure la mattina scongelali nel microonde.

Tortini allo yogurt e cacao speziati al profumo d’arancia

23 commenti:

  1. Sono bellissimi, Barbara... E sicuramente anche buoni. Complimenti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovyna, merito di Aurelia (mia nipote)... io li ho solo messi in forno :)

      Elimina
  2. Questa base è diventata un jolly anche per me e per le mie figlie... sempre con ottimi risultati! Belle nella versione al cacao, promette bene la piccola... bravissima Aurelia!
    Un abbraccio Barbara :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma daaai? Anche noi consideriamo questa base un jolly.
      Hai visto che roba? Una settimana fa l'ha fatta quadrata.
      Io la mia prima torta l'ho preparata a 16 anni... è brava e precoce. Peccato che sia golosa come me... per fortuna la sua mamma è molto attenta alla alimentazione :)
      Un graaaande abbraccio Sara :)

      Elimina
    2. Che ti aspettavi... con una zia così brava, come poteva venire fuori Aurelia?
      Ben venga la golosità su dei dolcini così sani... qualcuno in più non le farà poi così male!
      Buona notte Barbara :)

      Elimina
  3. Rieccoti!!! anch'io ogni volta cerco di cambiare "i soliti" muffin o torta...alcune basi si prestano davvero bene x gli esperimenti. Troppo brava la nipotina! Martina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Martina, effettivamente ci sono poco perchè sto seguendo una scheda alimentare che si basa sulle combinazioni, quindi c'è poco da fare. In settimana però sgarro con le frappe... poche, ma non ci rinuncio. Questa base ha tre vantaggi:
      1) Ha pochi grassi e meno zuccheri di altre basi
      2) Si possono aggiungere tanti ingredienti e miscelare farine diverse
      3) Si può modificare la forma: tonda, con il buco, quadrata, rettangolare, allungata, tortino...
      Aurelia è qui e ti ringrazia!

      Elimina
    2. Oh anch'io sabato/domenica, cascasse il mondo vado di fiocchetti (o frappe)... se la piccola non lascia troppo tempo...costringo il babbo a tenerla giusto il tempo di farli e friggerli!!! poi ce li gustiamo tutti da soli!!! e la bimba che guarda!!! ancora per lei sono no-no!!!
      comunque di sicuro questa base la provo e poi ti diro'
      Martina

      Elimina
    3. Se al babbo dici che ti serve la sua collaborazione per fare le frappe, credo che la piccola te la tiene di certo... sempre che gli piacciano! ;)
      Se tutto va bene io le faccio domani... ho già preso il vino dolce e tutto ciò che serve :)
      Occhio, la base è qui:
      http://spelucchino.blogspot.it/2010/03/torta-di-yogurt-e-varianti.html
      Vedrai che sarà una base perfetta anche per la futura colazione o merenda della vostra bambina...

      Elimina
    4. gli piacciono, gli piacciono!!! tra l'altro la bimba se la "spupazza" come dice lui molto volentieri! :)
      oh grazie della dritta...quella uvetta e cioccolato mi ispira proprio!

      Elimina
    5. Prego Martina... puoi fare versioni infinite!

      Elimina
    6. Fatta!!! io ho optato per una versione con noci e gocce di cioccolato: buona! io pero' ridurrei un po' lo zucchero (che non e' poi proprio poco) e mi dovro' ricordare di fare attenzione al forno (e' nuovo e ancora mi tira qualche scherzetto!) perche' mi si e' cotta un po' troppo sotto ma l' avevo messa a cuocere nel ripiano piu' in basso!ma niente di grave...e' cmq ottima
      E' davvero velocissima... grazie ancora
      Martina

      Elimina
    7. Bravissima! Sono contenta che tu abbia sperimentato una tua versione personale. Con le noci è buonissima!
      Hai messo il cacao amaro oppure hai aumentato la farina?
      Lo zucchero è abbastanza soggettivo. Di solito ci vanno 2 vasetti, noi siamo scese un po' nonostante il cacao amaro, ma se a te piace con ancora meno zucchero ben venga! :)
      Le torte vanno messe nel ripiano centrale... mi raccomando, altrimenti sotto si bruciano.
      Grazie a te, Martina!

      Elimina
    8. ho fatto la versione base e ho aggiunto solo le gocce e le noci... il forno continua a prendersi gioco di me!!! Se uso il ventilato e non metto i dolci sul primo o sul terzo ripiano non viene niente, se uso lo statico devo metterlo sul secondo... se cuocio sopra e sotto??? troppa tecnologia, ancora non ci ho preso la mano!ero abituata a ventilato. stop. nel forno di prima non potevo scegliere altro!!! imparero' :)

      Elimina
    9. Certo... ci prenderai la mano. Io ho solo statico, metto sul secondo ripiano, sopra e sotto per tutto; non so come funzioni il ventilato, so solo che bisogna tenere la temperatura più bassa di circa 20 gradi. Se la ricetta dice di cuocere a 170 gradi, col ventilato ne servono solo 150 gradi. Ad un corso di cucina ci hanno sconsigliato il ventilato per i dolci lievitati.

      Elimina
  4. Buonissima questa versione!!!

    RispondiElimina
  5. a merenda siamo in 3: io e i miei due pupattoli.....quindi ne prendo 6;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce n'è per tutti, anche perchè abbiamo raddoppiato le dosi ;)

      Elimina
  6. Che coppia dovete essere in cucina voi due... Aurelia è fortunata, avere una zia che ti dedica il suo tempo e ti segue in cucina è una ricchezza infinita.
    Il misto spezie l'ho sempre usato nelle cose salate, soprattutto nel ripieno dei cappelletti... anzi no, l'ho aggiunto anche nella torta di mele però qui mi incuriosisce l'abbinamento con cacao. Proverò :)
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, anche per me è bello perchè penso che ricorderà questi momenti anche in futuro, quando sarà adulta e preparerà per i suoi cari ciò che le ho insegnato.
      Il misto spezie "LA SAPORITA" ci sta benissimo nelle torte con le mele, pere, cacao. Dove c'è la farina di mandorle o nocciole. Oppure in una semplice torta allo yogurt profumata con la scorza d'arancio o semplice. Naturalmente devono piacere le spezie, altrimenti è meglio evitare. Gli doma un tocco mediorientale :)

      Elimina

Grazie per avermi dedicato il tuo tempo!

Pin It button on image hover