domenica 12 febbraio 2012

Crostata senza burro di Sara con confettura di ciliegie di zia Maria



Tempo fa avevo ammirato queste bellissime crostatine di Sara. Ho fatto alcuni dolci con l’olio, ma la frolla mai. Non è che sia una sfegatata di crostate, o meglio, quando ero molto giovane avevo un brutto rapporto con la frolla, mi innervosiva. Quindi, anche se con il passare degli anni sono diventata più paziente, questo tipo di impasto lo preparo occasionalmente.
Tornando alla frolla senza burro, leggendo la preparazione, mi ha divertito il fatto di dover fare una specie di maionese (mi raccomando che gli ingredienti siano a temperatura ambiente). Ho fatto piccole modifiche, ma nulla di stravolgente. La prossima volta voglio usare lo zucchero di canna, ma prima chiedo alla mia maestra Sara se con questo tipo di preparazione si può fare.
Per finire ho messo la preziosa confettura della mia zia Maria. Dico preziosa perché ne ho poca. Volevo usarla per qualcosa di speciale e la crostata di Sara lo è!
E' buonissimaaaa! Ho dovuto attendere che fosse giorno per scattare le foto e non ti dico che strazio! Approvata anche da mia nipote Aurelia!
Brava Saraaaa!


Ingredienti per una crostata da 28/30 centimetri di diametro

500 g di farina "00"
200 g di zucchero semolato (zefiro)
100 ml di olio E.V.O. delicato a temperatura ambiente
100 ml di olio di riso a temperatura ambiente
3 uova biologiche a temperatura ambiente
qualche goccia di limone a temperatura ambiente
la buccia grattugiata di un arancio non trattato (solo la parte arancione)
1 cucchiaino di lievito
un pizzico di sale
½ cucchiaino cannella in polvere
Marmellata o confettura a piacere
zucchero a velo per decorare (facoltativo)

Preparazione:

In un contenitore alto e stretto metti le uova
. Aziona il mixer a immersione e aggiungi a filo, alternandoli se li usi entrambi, olio di oliva e olio di riso.  Alla fine unisci qualche goccia di limone filtrato e un pizzico di sale.
In una ciotola mescola la farina, lo zucchero, il lievito, la buccia grattugiata dell’arancio.
Versa nella spianatoia e fai una fontana.  Aggiungi la maionese e, con l’aiuto di una spatola impasta velocemente dal basso verso l'alto. Non ammassarla ma separala continuamente finché la farina sarà stata assorbita. Sempre con la spatola compattala premendola sul tavolo, dividila a metà e sovrapponila, compattala di nuovo, poi dividila per altre 2-3 volte. Non la menare! Se l’impasto fosse troppo secco aggiungi 2 cucchiai d’acqua fredda.
Fai rotolare l’impasto sulla spianatoia aiutandoti con il palmo della mano. Non stringerla nel pugno ed evita di impastare. Schiaccia il panetto e avvolgilo nella pellicola. Mettilo in frigo per almeno 30 minuti.
Quando tirerai fuori l'impasto dal frigo, sarà piuttosto duro. Dai dei colpi con il mattarello fino ad appiattirlo per quanto possibile. A questo punto è pronto per essere utilizzato. Stendilo dello spessore che ti serve. Per facilitare l’operazione metti l’impasto tra due fogli di carta da forno e trasportala sulla teglia. Rifinisci i bordi.  Aggiungi marmellata, o confettura o ciò che ti piace, quindi crea la grata o altra decorazione (per facilitarmi questa fase ho steso con il mattarello l'impasto avanzato tra due fogli di carta forno, ho fatto le striscioline, le ho spostate in un vassoio, sempre con la carta forno sotto, e le ho tenute in freezer per 15 minuti).
Cuoci a 180° per circa 30-40 minuti (dipende dal forno).
Una volta fredda spolvera la crostata con zucchero a velo.

16 commenti:

  1. Risposte
    1. Vero Memole! Faccio fatica a farla provare agli altri... raramente mi capita di volere una cosa solo per me. E' incredibilmente buona!

      Elimina
  2. Mamma mia che spettacolo! Hai fatto un capolavoro e una foto da copertina! Ti posso assumere come fotagrafo personale? Non solo è bellissima, ma hai anche fatto una descrizione del procedimento molto dettagliata. Dirti bravissima è riduttivo... Sei grande Barbara!!! Grazie per la fiducia! Ti abbraccio forte ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saraaaa! Grazie, ma prima devo assumere Marina, lei si che è brava.
      Sappi che è piaciuta anche a Maurizio. 4 persone su 4 hanno detto che è buonissima! Non ci saranno altri assaggiatori... me la tengo per me quella che è rimasta! Grazie a te perchè sei una sicurezza. Dovrai inventarti anche la pasta sfoglia all'oliooooo!

      Elimina
    2. Sto meditando su come fare la sfoglia all'olio... :D che dici meditiamo insieme? Chissà che non ne venga fuori qualcosa di valido... a che punto sta la tua deliziosa crostata, è avanzata una fettina per me? Certo però che mette una voglia...
      Una dolcissima giornata ;-)

      Elimina
    3. Ieri mi sono spulciata tutti i libri che ho di Montersino per vedere se c'era la pasta sfoglia all'olio, ma non l'ho trovata. Penso che sia necessario un grasso solido. Si può rendere l'olio spalmabile?
      La crostata e finitissima! :/

      Elimina
  3. Bellissima, complimenti! Se è bella sarà sicuramente anche buona! Anche io ho provato a fare una crostata con l'olio (diverso procedimento), ma è venuta bruttissima (e solo appena mangiabile) Sigh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaooo Lillina! Ti giuro che è buonissima e se ti capita di aver voglia di crostata o ti serve una frolla prova questa di Sara. Non la molli più!

      Elimina
  4. Non mi resta che provarla, io ho fatto dei biscotti con la frolla all'olio ma con dosi e ingredienti diversi... devo provare questa versione e farci la crostata!!! Mi manca solo l'olio di riso... tu dove l'hai comprato? ;) buona serata cara ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marinaaaaa ciaooo!
      Allora... hai presente il supermercato in via Euterpe, di fronte al cinema Astoria? L'ho trovato lì, tra gli oli vegetali... ripiano in basso. Comunque se hai un olio E.V.O. molto delicato puoi usare quello. Buona serata e a presto... ci certo passo nel tuo blog!

      Elimina
  5. Grazie Barbara! è il "nostro" supermercato in comune... prima o poi ci incontreremo lì! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Di solito ci vado alle 14:00 circa per evitare la ressa ;-)
      Un caloroso abbraccio a te!

      Elimina
  6. se è buona come è bella allora è da fare assolutamente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, la foto non rende la bontà di questa crostata, te lo assicuro!
      Ciao Anna ;-)

      Elimina
  7. provata :)!!!! con cottura a nudo, ho fatto dose con 2 tuorli, messa in uno stampo usa e getta in alluminio (mi è avanzata comunque un po' e ho fatto dei biscottini). devo dire che nonostante labbia stesa tra due fogli di carta forno ho avuto qualche difficoltà nel trasferirla nello stampo, ma sabato c'era davvero un caldo infernale quindi sì, sarà dovuto a quello! poi l'ho farcita con una simil-crema pasticcera fatta con latte di riso e sopra frutta fresca e tortagel. bè che dire...ottima è dire poco! fresca grazie alla crema, una base friabile e leggera...ottima davvero! da rifare, magari quando torna un po' di fresco! grazie della ricetta, e appena scarico le foto dalla macchina fotografica ti manderò una foto :)
    grazie ancora...questo metodo mi piace davvero un sacco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evvaaaai! Sono contenta che ti sia piaciuta e che ti piaccia il metodo :)
      Certo che con la crema e frutta fresca dev'essere deliziosa... me la sogno per ora!
      Io l'ho fatta quando faceva freddo e non ho avuto problemi... per lo meno sono stati gli stessi che avevo con la frolla al burro.
      Quando fa caldo, dopo averla stesa tra i due fogli di carta, la si potrebbe mettere 5-10 minuti in freezer... io lo faccio con le striscioline... magari si trasferisce con più semplicità.
      Grazie ancora per aver sperimentato :)

      Elimina

Grazie per avermi dedicato il tuo tempo!

Pin It button on image hover