domenica 15 aprile 2012

Streusel di Montersino



In giornata abbiamo l’intenzione di preparare un dolce al cucchiaio prendendo spunto da questa panna cotta di Montersino. Non mi piace molto la colla di pesce, quindi faremo una crema diplomatica. Intanto mi porto avanti con i lavori per evitare di ritrovarci a spignattare tutto il pomeriggio. Il caramello al sale (Montersino ha usato quello di Trapani, ma io non ce l’ho, quindi ho usato quello rosa dell’Himalaya) l’ho già fatto.
Ora tocca agli streusel. Sono briciole che servono a dare una nota croccante al dolce. Mi è piaciuta molto la ricetta di Montersino perché c’è la farina di mandorle e la farina di riso, quindi adatta a chi è intollerante al glutine. Tuttavia ho usato lo zucchero di canna e le mandorle intere che ho tritato nel robot da cucina. Con le dosi indicate ne vengono molti, se vuoi puoi dimezzarle.

Ingredienti:


150 g di farina di riso
*
150 g di farina di mandorle (o mandorle con o senza pellicina)
150 g di zucchero a velo
senza glutine* (o zucchero di canna)
150 g di burro tagliato
mezzo cucchiaino di cannella in polvere (facoltativo)
due pizzichi di sale

Preparazione:

In un padellino antiaderente metti le mandorle e falle tostare. Lasciale intiepidire.
Nel robot da cucina unisci le mandorle, la farina di riso, lo zucchero, il sale e la cannella. Trita bene.
In una larga terrina metti le polveri e aggiungi il burro. Sfrega velocemente con le mani formando delle briciole. Spargile in una teglia ricoperta di carta forno e inforna per 12 minuti a 160°.  Lasciale raffreddare. 

Potrai usare queste briciole in moltissimi dolci al cucchiaio, ad esempio quando fai lo zabaione, la panna cotta, la crema chantilly, la crema al cioccolato, nei semifreddi, nei gelati e così via. Oppure cospargi gli streusel ancora crudi sopra alle torte, tortine, muffins, poi inforni.
A me ne sono avanzati molti e li ho messi dentro il sacchetto (vuoto) dei Muesli.


Nota: Per noi, parere soggettivo, gli Streusel sono un po' troppo dolci. La prossima volta metteremo 120 grammi di zucchero di canna

* Presta attenzione che il prodotto abbia la spiga sbarrata o che sia elencato nel prontuario AiC 

Se vuoi c'è anche la versione mobile del prontuario AiC dei prodotti senza glutine, sempre aggiornato e comodo da consultare.

6 commenti:

  1. Che delizia... tu pensi che con qualche piccola modifica non riuscirò a farli con l'olio?! Sarà la mia prossima sfida... eheheheh :D
    In attesa di vedere il tuo capolavoro assemblato, ti auguro una splendida e golosa domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sara ne sono più che certa! Forse basta usare 100-120 grammi di olio E.V.O. delicato o tagliato con olio di riso.
      Queste bricciole mi piacciono tanto perchè c'è la frutta secca che copre un po' il sapore del burro. Non ho nulla contro di lui, ma non essendo più abituata ad usarlo non so perchè non mi piace tanto. E' un po' come lo zucchero, usandolo di meno devo sempre diminuirlo un po' altrimenti lo trovo stucchevole.
      Buona domenica, Sara!

      Elimina
  2. Provo la stessa cosa anche io, non riesco a tollerare il sapore... secondo me si perde l'abitudine, oltretutto in questo periodo lo devo assolutamente evitare. Io avevo in mente di fare un'altro esperimento... oggi non posso ma in settimana magari ci provo, ti farò sapere. Intanto mi gusto con gli occhi il tuo!
    Ciao Barbarella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adooooro i tuoi esperimenti! Visto che sei a dieta forse è meglio che in proporzione dividi per 3... le dosi sono per un sacchetto mezzo pieno di streusel e non è che ne serva tanto. Per smaltire questo penso che mi farò delle coppette di fragole senza zucchero con sopra le bricciole. Oppure le congelo.
      Ciao Saretta!

      Elimina
  3. Buongiorno Barbara, non ho diviso per tre ma per due... ferfetta nella dose e nel gusto! Grazie! Quando hai tempo viene a vedere. Buona giornata :-)

    RispondiElimina

Grazie per avermi dedicato il tuo tempo!

Pin It button on image hover