giovedì 22 marzo 2012

Tortine di mele, con ricotta, uvetta e spezie


Le ho rifatte perché sono troooppo buone. Tuttavia non sono identiche alle prime tortine di mele e ricotta. Ispirata dalle spezie, ho voluto dargli un profumo e sapore avvolgente e sensuale.
Potrà sembrarti incredibile ma la miscela per il cous-cous di Cannamela
(pepe cubebe, un particolare pepe dal sapore dolce, macis, cardamomo, curcuma, pimento, zenzero, petali di rosa, noce moscata e manna) è perfetta anche per diversi dolci. Ad esempio per biscotti o torte semplici o al cioccolato, alla frutta secca col guscio… anche una torta allo yogurt può trasformarsi, donando note seducenti.
Si tratta di una miscela di spezie ed erbe aromatiche ispirate a "Ras El Hanout" tipica dei paesi del Maghreb. Ne sono innamorata! Mi piace sniffarla... su di me ha un effetto afrodisiaco.
Occhio! Ras El Hanout è una miscela che non contiene sempre le stesse spezie o piante. Infatti mia sorella me ne ha portata una da Marrakech, ma annusandola non mi sembra adatta ai dolci.
Ho cambiato il tipo di mele. Questa volta ho scelto le fuji ed essendo molto dolci ho diminuito lo zucchero.
Quando è possibile cerco di usare lo zucchero di canna grezzo, con le mele ci sta come il cacio sui maccheroni. Ne ho trovato uno chiaro, biologico, che non subisce sbiancamento con solventi chimici ed accontenta tutti noi.
Ho miscelato farina e frumina, ma è facoltativo. Volendo si può usare solo farina. Ho aggiunto un po’ di pinoli.

Ingredienti per 18-20 tortine

150 g di farina “00” setacciata
50 g di frumina
200 g di ricotta setacciata
180 g di zucchero di canna grezzo biologico (chiaro)
2 uova biologiche
3 mele fuji
70 g di uvetta sultanina lavata e asciugata (facoltativa)
½ limone allungato con un bicchiere d’acqua
scorza di limone grattugiata non trattata
½ bustina di lievito chimico
½  cucchiaino di miscela per cous-cous di Cannamela
un pizzico di sale
pinoli
zucchero a velo (facoltativo)

Procedimento

In una terrina unisci la farina, la frumina, la miscela di spezie,  il sale e il lievito. Mescola bene.
Lava, sbuccia e taglia le mele (essendo tortine le ho tagliate a pezzetti, spessore di 2 millimetri e larghi 1 cm. circa). Mettile a bagno in acqua e limone per non farle scurire.
In una terrina metti lo zucchero. Con l’aiuto di una frusta elettrica lavora lo zucchero con un uovo alla volta fino a rendere il composto leggermente montato.
Aggiungi la ricotta setacciata, la scorza di limone grattugiata e mescola delicatamente. Unisci il mix di farina, frumina, miscela di spezie, sale e lievito. Mescola delicatamente, quindi aggiungi le mele ben scolate e l’uvetta.
Versa il composto nei pirottini fino al bordo. Aggiungi un po’ di pinoli. Inforna con programma ventilato a 175°- 180°C per circa 25  minuti.
Spegni il forno e lasciale riposare lì dentro per 5 minuti a sportello aperto, dopodiché potrai estrarle e lasciarle raffreddare. Se vuoi spolvera leggermente col lo zucchero a velo.

             Con questa ricetta partecipo al concorso "Basta un poco di..." di Note di cioccolato






21 commenti:

  1. Meravigliose...Sevono essere squisite!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Memole!
    Per me sono l'essenza primordiale della tentazione ;-)

    RispondiElimina
  3. Queste tortine hanno su di me un effetto ipnotico notevole. Non riuscivo a staccare gli occhi!!!!
    Dato che hai usato lo zucchero di canna potresti partecipare al contest delle FEDE "basta un poco di zucchero e..."

    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buondì Letizia! Ti capisco perchè io non riesco a staccare il naso e la bocca. Hanno un profumo e un sapore inebriante. Naturalmente è una reazione che può avere chi ama le spezie :-)

      Grazie per la segnalazione... ho fatto tutto!

      Un affettuoso abbraccio da parte mia :-)

      Elimina
  4. Sono bellissime, non riesco a smettere di ammirarle, bravissima.

    baci da me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graaaazie Claudia... anche per i baci :-)

      Elimina
  5. Belle davvero, il giallo intenso ha un effetto abbagliante, catturano la vista e il palato... attentatrice di diete! Un bacione ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da che pulpito arriva la predicaaaa! Te possino Sara...grrrrr! Sei tu che hai creato il dolce, io l'ho solo "interpretato".
      Nel giro di pochi giorni le ho fatte due volte. Mi devo tenere la mascherina in faccia per non sentire il profumo (anche senza spezie) e metterle in bocca. Va bene che ormai sono finite e la tortura non durerà a lungo.
      Ma non hai un minimo di vergogna a dire certe coseeee?
      Comunque se le spezie hanno su di te un "potere" afrodisiaco è un dolce salva-linea. Non credo di dover approfondire ;-)

      Elimina
  6. Ho sia quel mix per cous cous che il Ras El Hanout e ogni volta che mi capitano sotto mi chiedo come sarebbero in un dolce! Adesso hai fugato ogni dubbio :) In più adoro le torte di mele. Non oso immaginare che profumino paradisiaco dal forno...Queste tortine sono magnifiche, anche da vedere. Grazie della partecipazione, le aggiungo subitissimo. A presto, buona serata ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie te Federica! Ho visto la tua torta di pere e zucchero di canna... per me il mix per cous cous ci starebbe mooolto bene. Non solo, anche nei tuoi Chocolate addiction (per poco ci resto secca tanto sono belli) ci starebbe bene.
      Buona serata anche a te!

      Elimina
  7. di queste ne mangerei una quantità esagerata, se le avessi qui, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già! Infatti io che le ho in casa ne ho mangiate in grande quantità e quelle due rimaste hanno i minuti contati!

      Buonissima serata a te!

      Elimina
  8. E te pareva, adesso va a finire che la colpa è mia, ti potevi fermare alla prima infornata... te possino Barbara! Afrodisiaco... mo pure un dolce salva linea... ihihih, dove andranno a finire i miei sacrifici con sei mila passi giornalieri? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seeee... andrò avanti a sfornare queste tortine finchè non arrivano 40 gradi in casa... chissà se si può usare la stessa base e cambiare con della frutta estiva... non so, le pesche, ad esempio.
      Basta che di passi ne fai 10.000 come faccio io... poi se ti prendi i bastoncini per la camminata nordica consumi più calorie e puoi mangiare 3 tortine...ihihih! ;-)

      Elimina
  9. 10.000? Scherzi? non ho tutta questa resistenza fisica... questa dei bastoncini poi me la spieghi... ma dove vai a camminare? io cammino per la città...
    Si certo, credo che vada bene qualsiasi frutta fresca che abbia una consistenza soda... comunque da provare per l'accoppiata dei gusti! Buona notte Barbara ;-)

    RispondiElimina
  10. Neppure io li facevo all'inizio, poi ci sono arrivata. Non c'è fretta!
    Anch'io cammino per la città con i bastoncini...non è necessario essere in montagna o in collina. Dalle tue parti non si usano? Meglio! Saresti tu la prima.
    Proverò altre varianti a seconda della stagione ;-)
    Buona giornata cara!

    RispondiElimina
  11. No, non si usano i bastoncini da queste parti e non li ho mai provati...
    Grazie Barbara! A presto ;-)

    RispondiElimina
  12. che meraviglia, è una ricetta davvero invitante! complimenti! un bacio e buona domenica! :)

    RispondiElimina
  13. L'aspetto è divino chissà il saporeeeeeeeeee! Baci

    RispondiElimina
  14. Ciao Ely! Son buone-buone... una coccola!

    RispondiElimina

Grazie per avermi dedicato il tuo tempo!

Pin It button on image hover