lunedì 2 novembre 2009

Piada dei morti


Nonostante il nome che potrebbe far storcere il naso, è un dolce buonissimo!
A Rimini lo si può trovare nelle pasticcerie e fornai in ottobre e novembre.
E' il terzo anno che mi cimento in questo dolce. Le prime due volte non sono stata contenta del risultato. Questa volta si... sono molto soddisfatta!
Tra gli ingredienti ci andrebbe il mosto cotto (Sapa). In questa versione non ce n'è tanto, quindi se la vuoi più carica aumentane la quantità e, in proporzione, diminuisci il latte dell'impasto. Se è un problema trovarlo sostituiscilo con 20 grammi di vino rosso (possibilmente  Cagnina o Sangiovese) oppure latte.

Ingredienti 

Lievitino:
135 g di farina Manitoba o farina "0"
10 g di lievito di birra fresco oppure 3 g di lievito di birra secco
75 g di acqua tiepida o latte
2 cucchiaini di malto  o miele d'acacia o zucchero
Amalgama tutti gli ingredienti e lascia lievitare 60 minuti dentro il forno spento con la lucina accesa.

Impasto:

100 g di farina Manitoba
300 g di farina "0" (miscela le due farine)
75 g di zucchero
80 -100 g di latte intero fresco (dipende dalla farina usata)
20 g di Sapa (mosto cotto) oppure vino Sangiovese
2 uova fresche possibilmente biologiche
2 cucchiaini di semi di anice (facoltativo)
2 pizzichi di sale
50 - 60 g di olio di semi
100 g di uva sultanina o Malaga ammollata in acqua tiepida e asciugata

Per la decorazione (meno o più ricca di frutta secca):

50 - 80 g di gherigli di noci
50 - 80  g di mandorle
30 - 60 g di pinoli
 
Lucidatura

4 cucchiai di zucchero a velo
Acqua

Preparazione:

In una ciotola metti la farina, fai la fontana, metti al centro il latte tiepido (non tutto... lo aggiungerai pian piano in seguito, se è necessario), il mosto cotto, le uova, lo zucchero, i semi di anice, l'olio di semi, e il sale e amalgama l'impasto fino a quando si staccherà dalle pareti della ciotola.
Rovescia sul tavolo, unisci il lievitino e impasta finché i due impasti saranno bene amalgamati, dalla consistenza molliccia e appiccicosa. Aggiungi l’uvetta. Impasta ancora.
Metti il panetto così ottenuto in una ciotola. Coprilo con la pellicola trasparente. Lascia lievitare per 2 ore dentro il forno spento con la lucina accesa.
Stendi con le mani l'impasto, dividilo in due parti, adagialo negli stampi circolari coperti con la carta da forno. Guarnisci con noci, mandorle e pinoli, premendo leggermente sulla pasta, fino a ricoprirne tutta la superficie. Spennella con uovo sbattuto e lascia lievitare altre 3 ore dentro il forno spento con la lucina accesa.
Inforna a 180° (forno statico) per 20-25 minuti circa, fin quando avrà un colore dorato. Controlla che sia ben cotta anche sotto. In caso contrario girala e falla cuocere per circa 5 minuti.
Appena tolti gli stampi dal forno, quando ancora sono caldi, spennella con lo zucchero a velo e acqua. Inforna di nuovo per 1 minuto.
Tirala fuori dal forno, quindi lasciala raffreddare.

Aggiornamento 6 novembre 2011:
Piada dei morti versione definitiva

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per avermi dedicato il tuo tempo!

Pin It button on image hover